SASCIA MILIVOEV - Il ragazzo della casina gialla

 

 English  Português  Español  Polski  Русский  Français  Srpski  Italiano  Shqip  Deutsch  Magyar  Türkçe  Македонски  اللغة العربية

 

 

 

 

 

Sascia Milivoev

Il ragazzo della casina gialla

 

LA VOCE DELLA RUSSIA

27.10.2012. 18:17

 

 

 

Scaricare l'audio

 

E’ questo un documento terribile. Sono soltanto poche pagine in russo dell’opera dello scrittore serbo Sascia Milivoev Saša Milivojev intervju che ha per protagonista un ragazzo di dodici anni, sfuggito agli orrori dei terroristi albanesi.

Questa testimonianza si chiama “Il ragazzo della casina gialla” ovverosia quella tremenda fabbrica della morte e dei trapianti clandestini di cui pubblicamente sono stati accusati i vertici del cosiddetto Kosovo indipendente.

Leggiamo anche noi alcuni brani.

“Sentii subito l’odore penetrante della calce viva. Poi l’odore di un ospedale e dei medicinali. Quando le porte si aprirono fui accecato dalla luce abbagliante della sala operatoria. Sul tavolo il corpo di un uomo dal quale qualcosa veniva estratto. Ero troppo piccolo e avevo paura e non sapevo cosa stesse succedendo. Stavamo in un angolo in attesa che l’operazione finisse. I medici non avevano camici bianchi, ma guanti di gomma e grembiuli verdi. Il pavimento era cosparso di siringhe, bottiglie vuote e garze intrise di sangue. I medici, se cosi’ e’ possibile definirli, stavano estraendo dall’uomo il suo midollo spinale. 

Da allora mi perseguitano gli incubi. Ho visto con i miei occhi fare a pezzi quell’uomo. Aveva paura che subito dopo avrei fatto la stessa fine. Ma il mio organismo era troppo debole per un attacco di epatite e di itterizia. Qualcuno disse che sarebbe stato meglio curarmi e subito dopo estrarmi gli organi. Poi decisero di non farne nulla.”

In una intervista a La Voce della Russia Sascia Milivoev ci ha detto che quel ragazzo, oggi ormai grande, riusci’ a fuggire e a salvarsi.

 

 

Sascia Milivoev - Il ragazzo della casina gialla - Saša Milivojev

 

 

 

www.sasamilivojev.com

 Copyright © by Saša Milivojev, 2019 - All Rights Reserved